Fornace Cellenese pavimenti in cotto  fatto a mano

Trattamento dei pavimenti in cotto

Il trattamento è l'operazione attraverso la quale, nel restauro o nelle nuove pose, si pulisce il pavimento o il cotto facciavista, lo si protegge con idro e oleorepellenza, rendendone facile la manutenzione, inoltre il trattamento deve essere reversibile qualora si rendesse necessaria la sua rimozione.
E’ importante che l’applicazione dei prodotti di impregnazione e finitura permettano al materiale di continuare a traspirare. Il lavaggio dopo posa è un'operazione fondamentale per assicurare al vostro pavimento una efficace protezione facilitando la successiva manutenzione.
Con il lavaggio iniziale si eliminano:
• i residui di posa
• lo sporco da cantiere e i residui superficiali del materiale.
• le eventuali efflorescenze saline.
(Il fenomeno delle "efflorescenze saline" si manifesta a causa dell'umidità interna che porta in superfice i sali contenuti sia all'interno del mattone che nelle malte cementizie,il trattamento è un eccellente rimedio per prevenirne il riaffioramento).
Per il lavaggio va usato un detergente a reazione acida. Nel caso in cui lo sporco da cantiere fosse particolarmente intenso va usato un disincrostante acido concentrato. Va usato con cautela e utilizzando macchina lavapavimenti e aspiraliquidi.
Dopo aver spazzato bene il pavimento e bagnato con acqua si distribuisce il detergente diluendolo a seconda del grado di sporco e lasciandolo agire qualche minuto, intervenire con spazzolatura nei punti più resistenti, raccogliere il residuo con aspiraliquidi o straccio e infine risciacquare accuratamente.
Prima del trattamento vero e proprio occorre lasciare asciugare perfettamente per alcuni giorni la superficie Il trattamento dei pavimenti in cotto si basava in antico su sistemi che prevedevano l’impiego di prodotti naturali quali l’olio di lino crudo e la cera d’api, oggi l'industria chimica mette a disposizione prodotti specifici per l’impregnazione così da proteggere in profondità con prodotti a base di oli vegetali essicativi ed idrorepellenti ad alta penetrazione, e la protezione superficiale mediante stesura di diverse mani di cere liquide o pastose, con o senza pigmenti, che conferiscono caratteristiche di antiusura, consolidamento ed antimacchia superficiale.
Più recentemente si è assistito alla comparsa di un nuovo gruppo di prodotti, per la protezione e la finitura del Cotto. Quest’ultima evoluzione risponde ad una richiesta di maggior velocità e semplicità nel trattamento, senza modificare il risultato estetico finale. La protezione si realizza mediante l’applicazione di 2-3 “mani” di prodotti sintetici, messi a disposizione dagli sviluppi più recenti della chimica. Questi prodotti, che sono di varia natura e generalmente in base acqua, sono definiti tecnicamente come resine o polimeri.

 

 

 
La Fornace di Pietro Facchini
zona artigianale Monte delle Zitelle
01020 Celleno - Viterbo
cell. 347 4803327 - e-mail: lafornace.celleno@libero.it